CONSIGLI DI LETTURA - Febbraio 2022


I consigli di lettura di febbraio 2022, dalla nostra pagina Facebook.

Buona lettura!

Titolo: La foiba grande

Autore: Carlo Sgorlon

Prima edizione: 1992

Genere: romanzo storico

Anno 1989, il muro di Berlino cade e dalle crepe tra i mattoni strisciano fuori storie dimenticate per troppo tempo. Da quel momento, con esasperante lentezza, si alza il velo di silenzio sugli eccidi e sull’esodo che negli anni tra il 1943 e il 1947 hanno colpito centinaia di migliaia di italiani in Istria.

Carlo Sgorlon, nel suo libro “La foiba grande”, racconta quegli anni attraverso gli occhi di alcuni abitanti di Umizza, città istriana vicino la foiba più grande.

Personaggi di carta che danno voce a un dolore finalmente uscito alla luce del sole, un dolore figlio della guerra, della vendetta e di un silenzio che oggi, come allora e come sempre nella storia, uccide, violenta, tortura.


Titolo: La trilogia delle Gemme: Red, Blue, Green

Autore: Kerstin Gier

Prima edizione: 2009 (Red), 2010 (Blue, Green)

Genere: urban fantasy, romantico

Ciao a tutti. Come già accennato in un post di qualche mese fa, le scrittrici tedesche, da un po’ di tempo, vanno alla grande qui in Italia, di solito con romanzi rosa o thriller.

Una di loro, Kerstin Gier, ha scritto “La trilogia delle Gemme: Red, Blue, Green”, una saga breve di genere misto: rosa e fantasy. Secondo il parere di alcuni editor, al momento i generi letterari misti sono quelli che incuriosiscono di più le case editrici e per quanto riguarda questa saga, non si può che concordare, visto che è stata trasposta in una trilogia di film, sotto il nome di “Ruby Red”, molto fedele ai libri, trasmessa anche in Italia.

La protagonista è una ragazza di 16 anni, che, a differenza di tante protagoniste femminili Young Adult (vengono chiamati così i generi letterari in cui i personaggi sono adolescenti), è vivace, solare, spiritosa e con un arco narrativo ben costruito.

La parte Urban fantasy (sottogenere letterario in cui magia ed esseri magici si muovono in un’ambientazione moderna) prevale su quella rosa, anche se evolvono di pari passo e si intrecciano per creare una trama che non annoia mai.


Titolo: Uno, nessuno, centomila

Autore: Luigi Pirandello

Prima edizione: 1926

Genere: romanzo filosofico umoristico

Maschere. Quante ne portiamo ogni giorno? Una per noi stessi, una per ognuna delle persone che incontriamo, o forse nessuna.

Pirandello, con il suo ultimo romanzo “Uno, nessuno, centomila”, ci guida in un percorso dentro di noi, una riflessione per capire che il modo in cui vediamo noi stessi e il mondo è diverso da come gli altri vedono noi e il mondo. È una strada che allontana dal posto in cui nascono le incomprensioni, le chiusure verso il prossimo, la violenza di presupporre che la nostra visione sia l’unica, la migliore.

Forse ora è il tempo giusto per leggere o rileggere questo romanzo, per compiere la “follia” di rompere gli schemi che ci rendono ciechi agli altri, per alzare le maschere e avere l’umiltà di capire cosa c’è sotto, magari iniziando proprio dalla nostra. 

Post popolari in questo blog

Presentazione del Libro “UN MONDO QUASI UMANO” di Magnus Torque – 27 Novembre 2021

Presentazione del Libro “I SOGNI LI SPENDO PER STRADA” di Liliana Ranalletta – 18 Dicembre 2021

CONSIGLI DI LETTURA - Gennaio 2022