CONSIGLI DI LETTURA - Marzo 2023

 


I consigli di lettura dalla nostra pagina Facebook.


Titolo: Terra!

Autore: Stefano Benni

Prima edizione: 1983

Genere: fantascienza

Terra! È il grido della vedetta, sulla coffa della nave, quando scorge la terra all’orizzonte, ma è anche il titolo di un romanzo di Stefano Benni, pubblicato nel 1983, che tratta di temi, purtroppo, sempre attuali.

Nel 2156, dopo quattro guerre mondiali, la Terra è un pianeta ghiacciato e morente. Le tre superpotenze mondiali inviano nello spazio altrettante astronavi per cercare un pianeta abitabile, mentre in Perù, un bambino prodigio e un anziano cinese, scoprono… se volete sapere il resto, non vi resta che leggere questo libro divertente che fa anche riflettere. Tra le sue pagine vi aspettano un equipaggio di topi astronauti, nomi formati da accostamenti che rendono omaggio a vecchie calcolatrici, battaglie storiche, personaggi famosi, marchi commerciali degli anni ‘80, insomma, tante chicche tutte da scoprire e gustare.


Titolo: L’ambiguo malanno

Autore: Eva Cantarella

Prima edizione: 1981

Genere: saggio

Mi trovo spesso a pensare a quanta arte, tecnologia, letteratura, filosofia, insomma, a quanta parte di sapere e bellezza abbiamo perduto nel corso della storia ogni volta che a una donna veniva impedito di imparare, esprimersi, vivere.

Quando è iniziata la denigrazione del femminile?

Eva Cantarella, nel suo saggio “L’ambiguo malanno”, dalla lettura scorrevole e accessibile a tutti, documenta attraverso norme giuridiche, epigrafi, opere letterarie, il momento in cui l’inferiorità della donna passa da fatto culturale a biologico, scritto nero su bianco, reso legge inattaccabile a cui l’intera società doveva sottomettersi senza fare domande.

Nell’antica Grecia, soprattutto nei grandi centri come Atene, la donna era un oggetto, una proprietà atta solo a concepire e fare figli, relegata nei ginecei, nascosta, silenziata. Nell’antica Roma la condizione delle donne era leggermente migliore, potevano educare le figlie, gestire la casa e, se popolane, le donne potevano addirittura andare al mercato.

Quanto è inebriante la sensazione di sentirsi superiori a un altro essere umano? Quanto è inebriante il potere di vita e di morte su un altro essere umano?

Potere, quel potere che ci fa sentire simili a dei ma che in realtà ci rende piccoli, impotenti e tanto fragili da crollare miseramente quando quelli che si è sempre considerati oggetti, prendono vita e rivendicano a gran voce il loro inalienabile diritto ad esistere liberi.


Titolo: Fabbricante di lacrime

Autore: Erin Doom

Prima edizione: 2021

Genere: dark romance

Fabbricante di lacrime è un romanzo di genere romance YA (young adult) della scrittrice italiana Erin Doom.

Questo libro è stato il caso editoriale del 2022, con 450.000 copie vendute, primo fenomeno italiano di successo su Tik Tok. È nato su Wattpad, piattaforma su cui poter caricare e far leggere i propri scritti, dove ha coinvolto migliaia di lettori fino ad arrivare alla pubblicazione con la casa editrice Salani.


Titolo: Tutto su Anna – La spettacolare vita della Magnani

Autore: Patrizia Carrano

Prima edizione: 2023

Genere: biografia

Passione, forse è la parola che meglio rappresenta Anna Magnani, una delle più grandi attrici italiane, morta cinquant’anni fa, nel settembre del 1973, a 65 anni.

Nella biografia romanzata di Patrizia Carrano, fin dal titolo traspare la grandezza non solo dell’attrice ma anche della donna: “Tutto su AnnaLa spettacolare vita della Magnani – Introduzione di Federico Fellini”.

Il libro è la riscrittura di una precedente biografia della stessa autrice, svela il vero luogo di nascita di Anna Magnani, parla dei suoi amici, tanti, famosi, grandi artisti, delle persone che amava, dell’amore che avrebbe voluto ricevere e non ha mai ricevuto, della sua recitazione straripante di passione, prima attrice non di lingua inglese a vincere l’Oscar.

Parla di una donna che viveva e faceva vivere emozioni intense, senza mezze misure, un fuoco che ha bruciato e rimane tuttora inciso nella memoria di molti.


Titolo: Piranesi

Autore: Susanna Clarke

Prima edizione: 2020

Genere: fantasy

Una casa infinita, misteriosa, labirintica, dove perdere la memoria e perdere sé stessi, o ritrovarsi. Siete confusi? È solo l’inizio per chi decidesse di lanciarsi nella lettura di un romanzo onirico molto particolare, un viaggio complesso in cui metafisica, psicologia e fantasy si mescolano, un racconto che inizia lento, quasi noioso e confuso, e poi continua in un crescendo di intuizioni e rivelazioni, fino al finale che riporta il lettore alla realtà… forse.

Questo è Piranesi, dell’autrice inglese Susanna Clarke, un romanzo fuori dalle righe che secondo alcuni richiama “Asterione”, uno dei racconti della raccolta “L’Aleph” di Jorge Luis Borges.

Provate a prenderlo anche solo per accarezzarne la copertina: un fauno che suona, in piedi su una colonna, circondato da spazi di carta che al tatto risultano molto diversi tra loro.

Buon viaggio!

Post popolari in questo blog

Rimpatriata studenti ITIS G. Marconi classe 1984

Spettacolo Teatrale "IL CORTILE" di Francesco Stella - 25 maggio 2019

Presentazione del libro "LACRIME INCISE ED ALTRI VERSI" a cura di Stefania Vassura - 10 Giugno 2023